WTA 2011: azzurre e superfici di gioco

Inserito il 20 dicembre 2011 22.29 da Michele Galoppini in WTA e dintorni
tennis_002Vediamo di seguito qualche numero sulla stagione delle italiane, rispetto alla superficie di gioco.

Vengono presentati diversi numeri rispetto a diversi punti di vista delle prime 6 giocatrici azzurre del ranking, tutti in relazione alla superficie di gioco, considerando duro, terra ed erba. Cominciamo col numero dei tornei giocati su ogni superficie da Schiavone, Pennetta, Vinci, Errani, Brianti ed Oprandi.

  Schiavone Pennetta Vinci Errani Brianti Oprandi
Duro 15 15 16 16 21 14
Terra 5 5 8 7 6 7
Erba 2 2 3 3 2 4

I primi numeri da valutare sono i punti conquistati dalle azzurre top-100 in ogni superficie di gioco (indistintamente rispetto a indoor o outdoor), visualizzati in percentuale rispetto al totale dei punti conquistati. 

  Schiavone Pennetta Vinci Errani Brianti Oprandi
Duro 44.0% 83.0% 41.8% 41.5% 54.3% 51.9%
Terra 50.3% 9.5% 39.0% 47.0% 45.1% 27.6%
Erba 5.6% 7.4% 19.2% 11.6% 0.6% 20.5%

Si può notare come 4 azzurre su 6 (Schiavone, Vinci, Errani e Brianti) bilanciano la loro stagione rispetto alle due superfici principali, cioè duro e terra, mentre Oprandi e Pennetta (soprattutto quest'ultima) presentano una netta preponderanza per la superficie dura, rispecchiando maggiormente le percentuali presentate dalle migliori (basti pensare che la Wozniacki distribuisce così i suoi punti: 77% duro, 16% terra e 4% erba).

I valori della tabella precedente dipendono dal numero dei tornei giocati per ogni superficie, ed allora possiamo guardare alla seguente tabella, contenente la media dei punti conquistati in ogni torneo per superficie.

  Schiavone Pennetta Vinci Errani Brianti Oprandi
Duro 115 142 60 36 26 32
Terra 393 49 112 93 76 34
Erba 110 95 147 53 3 45
 

Si notano in questo caso varie situazioni: la Schiavone, grazie anche al Roland Garros, presenta una media elevatissima nei tornei terraioli (e la stessa cosa succede, con le dovute proporzioni, anche per Errani e Brianti). La Pennetta conferma la preponderanza a conquistare punti sul duro, mentre la Vinci preferisce l'erba delle prossime olimpiadi. Romina Oprandi è invece molto equilibrata, dimostrando la sua capacità di produrre ottimo tennis su ogni superficie.

Altri numeri interessanti provengono dalla quarta tabella presentata: sono incluse le percentuali dei punti ottenuti rispetto al totale dei punti in palio nei tornei giocati (sempre per superficie).

  Schiavone Pennetta Vinci Errani Brianti Oprandi
Duro 14.2% 16.3% 7.5% 4.7% 4.3%  6.8% 
Terra 40.6% 5.5% 16.3% 16.2% 11.3% 6.1%
Erba 8.9% 8.3% 17.2% 6.3% 0.3% 6.7%
 

Si nota come la Schiavone abbia davvero giocato un'ottima stagione terraiola, dove ha ottenuto il 40.6% dei punti in palio (valore elevatissimo). Altri numeri importanti provengono da varie giocatrici: la Pennetta ha un'elevata percentuale sul duro (la migliore delle azzurre), la Vinci ha una buona rendita su terra e soprattutto su erba, la Errani preferisce e vince di più sulla terra, come la Brianti, con valori però più contenuti. Valori generalmente bassi per la Oprandi. Come termine di confronto, si considerino le percentuali della Wozniacki: 43% sul duro (che rivaluta ancora di più il valore della Schiavone sulla terra), 30% sulla terra e 14% sull'erba.


Iscriviti alla newsletter

Indirizzo email

Nome